Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

Marco Marinoni's web page

Comporre per gli iperstrumenti (2010) - 156 p., 15 x 23 cm, 2a edizione 5/2010, b/n.

Il sistema-iperstrumento come agente intermediatore tra l'esecutore strumentale e i processi di trasformazione / generazione del suono.

Un appassionante viaggio nel fenomeno degli "iperstrumenti", a partire dalla loro origine e diffusione, attraverso una disamina circa il loro utilizzo in campo musicale ed extramusicale. La finalità è quella di giungere a proporre una definizione efficace, esaustiva e condivisa del termine "iperstrumento", integrando gli studi e i risultati ottenuti da Tod Machover e dal gruppo MIT Media Lab del Massachusetts Institute of Technology con i materiali prodotti dai ricercatori del Computer ART Lab di Pisa e dell'InfoMusLab di Genova.


Ma "Comporre per gli iperstrumenti" è anche una riflessione intorno al ruolo, alle responsabilità e alle opportunità che interessano il compositore che decide di misurarsi con una delle più sorprendenti e innovative tipologie di interazione tra uomo e macchina.


A questo proposito vengono presentati, quale esemplificazione del lavoro compositivo che può portare alla valorizzazione delle possibilità offerte da questa particolare tecnologia, due esempi di iperstrumenti sviluppati recentemente in Italia e utilizzati all’interno di due mie composizioni: Dalla Sua Orbita (2007) per iperviolino e live electronics (Primo Premio Assoluto nel Primo Concorso Internazionale di Composizione per Iperviolino – Genova 2007) e Il grifo nelle perle nere (2008) per pianoforte e ipercampionatore (presentato nell’ambito del XVII CIM – Colloquio di Informatica Musicale – Venezia 2008).

0